giovedì 6 novembre 2008

MANIPOLAZIONE MENTALE SUI RAGAZZINI

Dopo tre anni di studi, i ricercatori di Rand Corporation sono giunti alla conclusione che l'esposizione a determinati tipi di intrattenimento (programmi televisivi, Internet, videogiochi) infuenza il comportamento di bambini e adolescenti.

Le nuove generazioni (dal 1990 in poi) sono completamente diverse dalle precedenti, i bambini, fin dalla tenera età, sono completamente manipolati da trasmissioni televisive e i videogiochi. Prendono come modello di vita ciò che gli viene mostrato sulle pessime trasmissioni televisive che ormai abbondano su tutte le reti. Trasmissioni stupide che trasmettono un concetto in cima a tutti gli altri: IL SESSO! I ragazzini vengono bombardati ogni giorno da culi e tette, sia davanti alla tv che su internet. Le ragazzine, a forza di vedere culi e tette, capiscono (purtroppo) che l'unico modo di mettersi in mostra non è pensare, comunicare e cercare di creare qualcosa di utile e originale; NO, è molto più semplice mostrare il proprio corpo! Non parliamo poi dei ragazzini completamente bruciati da videogiochi ultraviolenti dove la missione principale è quella di uccidere chiunque. Poi ci si lamenta, si dice che i ragazzini di oggi sono troppo violenti e che le ragazzine sono delle pornobimbe!!! Li bombardano con queste schifezze per poi farli diventare delle larve passive.. E' vergognoso quanto questo articolo riportato in ZEUS NEWS:

[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-11-2008]

Tra il 2001 e il 2004 i ricercatori hanno intervistato per tre volte 718 adolescenti tra i 12 e i 17 anni, ponendo loro domande sui programmi televisivi che guardano di solito e la loro vita sessuale.

I risultati hanno mostrato che le ragazze rimaste incinte durante l'adolescenza o i ragazzi che avevano messo incinta la propria fidanzata erano per lo più quelli che seguivano programmi sexy.

"Non stiamo affermando di aver stabilito una causa, ma che questo è uno dei fattori che abbiamo potuto collegare alle gravidanze adolescenziali", hanno spiegato i ricercatori.

Secondo la dottoressa Anita Chandra, il problema è che la televisione "molto raramente mette in evidenza gli aspetti negativi del sesso, o i rischi, o le responsabilità".

Per questo motivo i ricercatori consigliano ai genitori di stare vicini ai propri figli quando questi si trovano davanti alla Tv e raccomandano ai produttori di programmi televisivi di includere delle rappresentazioni del sesso più realistiche.

D'altra parte - ha continuato la ricercatrice - la Tv è solo uno dei media di cui usufruiscono i teenager: bisognerebbe indagare anche sul ruolo delle riviste, di Internet e persino della musica.

Esiste poi un altro studio che ha messo in correlazione la violenza nei videogiochi e quella nel mondo reale.

I ricercatori hanno preso in considerazione più di 1.500 ragazzi tra i 9 e i 18 anni, giapponesi e americani: hanno rilevato "significativi fattori di rischio per una successiva aggressività fisica" negli appassionati di videogiochi violenti.

5 commenti:

~k99~ ha detto...

Ottimo articolo, tra l'altro segnalo come la pubblicità maggiormente diffusa (oltre alla telefonia) sia quella delle automobili e dei alcolici e diciamo che non vanno bene a braccetto.

xtravaned ha detto...

Hai perfettamente ragione, tipo pubblicizzare l'alcol per poi vietarne l'abuso e produrre automobili che vanno a 240 km orari per poi imporre limiti di velocità.. Che mondo confuso!!!

~k99~ ha detto...

...per la velocità poi... Formula1, Valentino Rossi e tutti i videogiochi che esaltano la velocità...

...per le macchine come dici te ch esenso ha farle così potenti boo!!
le facessero cosi... 80KM al litro... con un litro d'acqua!!
http://it.youtube.com/watch?v=YghMbkocddE

xtravaned ha detto...

Magari!!! O la macchina a idrogeno che tocca i 110 massimo..

M.K.B. ha detto...

Grazie per aver lasciato un commento sul mio blog!^^ ed il tuo è molto interessante. Aggiungerò il tuo link ai preferiti. In tal modo ce l'avrò sempre a portata di mano :).
Per quanto riguarda questo post, temo che non ci fosse bisogno di una ricerca per capire che oramai i bambini sono "inebetiti" dalla grettezza di tutto ciò che li circonda. Il Bello, la Cultura, l'Arte sono oramai concetti non alla portata di un bambino che, purtroppo, è costretto involontariamente a subire queste manipolazioni terrificanti che allontano il bambino da ciò che veramente conta, conducendoli su una strada immorale e superficiale... come cambiare le cose? forse l'idea sarebbe nutrire un bambino con tutto ciò che un tempo fungeva da nutrimento per ogni uomo che abitava questo mondo sino all'avvento dei mass media, ovvero: la Vera Letteratura dei nostri padri, la Vera Arte... Insomma, un compito che spetterebbe ai genitori. Ma le radici di questo impoverimento spirituale e culturale sta proprio nella ignoranza che gorverna questo mondo.
Ciao^^

AL CINEMA

QUESTO BLOG NON E' UNA TESTATA GIORNALISTICA E NON HA SCOPO DI LUCRO, MA RIVESTE CARATTERE PURAMENTE AMATORIALE, AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7 MARZO 2001.
SE QUALCUNO DOVESSE RICONOSCERE COME PROPRIO DEL MATERIALE FOTOGRAFICO QUI PUBBLICATO, NE DIA I QUALI PROVVEDERANNO IMMEDIATAMENTE A RIMUOVERLO.