martedì 6 gennaio 2009

LE TORTURE DELLA CHIESA

Ho sempre avuto un totale rifiuto per la chiesa e le sue favolette per manipolare i fedeli. Non ho bisogno di un santino davanti a me per pregare il mio Dio, non ho bisogno di entrare in una chiesa per parlare col mio Dio e ,soprattutto, non ho bisogno di confessare i miei peccati a qualcuno che "dovrebbe" fare da tramite tra me e il mio Dio.

Ecco alcuni strumenti e sistemi di tortura che la Chiesa ha utilizzato per commettere i suoi efferati "crimini contro l'umanità" durante la Santa Inquisizione. Crimini rimasti OVVIAMENTE impuniti!


AGGHIACCIANTE!

Trovate tutto QUI

8 commenti:

Luna_tica ha detto...

Ma la new entry +Peppone+ a tasso alcoolico è ganzo un tot :-P

...uhmmm
la chiesa..la chiesa...
NO COMMENT!!!!

xtravaned ha detto...

ahahah, eh si, si da da fare:)

-Alessia- ha detto...

Che dire,c'è sempre chi ci manipola..la chiesa, i mass-media, i politici...tutti ci mettono un po' del loro per impappolarci il cervello..glielo lasceremo fare?!?!..
-salut!:*

xtravaned ha detto...

pochi riescono a capire ciò' che cercano di fare.. INTERNET è la nostra arma, sfruttiamola al meglio..

ALTERATA ha detto...

Non sopporto la Chiesa che professa ciò che non esiste, contaminando i più sensibili di mente.

Squilibrato ha detto...

Non c'è alcun bisogno di entrare in qualsiasi luogo per pregare il nostro Dio, nè di parlare con nessuno per chiedere a Lui il perdono. Se Dio esiste, lo sa.

Desy ha detto...

Circa 1 anno fà anche io avevo fatto un post del genere.... trovo interessante sapere cosa si escogitava la chiesa x torturare i poveri fedeli!
Grazie della visita a presto!!

sara ha detto...

sicuramente la spiritualità non va delegata edemandata alla chiesa. a chiesa è costituita da uomini qdi patibie di errori. la piritualità la si può trovare dentro noi stessi

AL CINEMA

QUESTO BLOG NON E' UNA TESTATA GIORNALISTICA E NON HA SCOPO DI LUCRO, MA RIVESTE CARATTERE PURAMENTE AMATORIALE, AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7 MARZO 2001.
SE QUALCUNO DOVESSE RICONOSCERE COME PROPRIO DEL MATERIALE FOTOGRAFICO QUI PUBBLICATO, NE DIA I QUALI PROVVEDERANNO IMMEDIATAMENTE A RIMUOVERLO.