lunedì 15 dicembre 2008

QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO


Cercavo tutt'altro in rete quando...su google vedo: "Quello che le donne non dicono", sembra interessante, clicchiamoci sopra va! Inizio a esplorare il blog e mi rendo conto che il tema principale non è esattamente quello che mi aspettavo:)

Questa è una delle tante blogger che partecipano a "Quello che le donne non dicono" Non immaginavo esistessero blog di questo tipo!

Il bello di internet? Poter parlare nascondendo la propria identità!

5 commenti:

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao,
grazie del commento sul mio blog,io provo a dire la mia,su questo tuo post....premetto che sono una signora cinquantottenne, e che mi sono accostata non solo al Web, ma addirittura al PC, da circa un anno (per necessità di cose pratiche, come poter ricevere documenti per posta elettronica, farne uso se necessario, e poche altre cose comode da fare come i pagamenti online...), avevo un rifiuto per questa tecnologia...poi piano piano, ho provato una specie di passione, anche perchè per me era tutto completamente nuovo e da scoprire, e mi piaceva anche l'impegno che dovevo metterci per imparare le poche cose che sono riouscita a imparare.
Quando sono arrivata al Web, e ho scoperto i blog, dapprima ho avuto un periodo di Full-Immersion, anche lì per l'appunto essendo una novità per me...però sono una persona che mi annoio facilmente e ho esaurito molto presto il mio interesse.
Forse per una percezione dovuta alla mia età, faccio fatica a concepire il gusto di questo nascondersi dietro identità diverse, ma prendo atto che ogni persona ha un modo diverso per divertirsi e ci sono persone anche così.Nella moltitudine di persone che tengono un blog, o altro su Internet, io credo di vedere una moltitudine variegata di tipi psicologici e quindi modi e obiettivi diversi spingono a usare questo mezzo, ma più in generale dico che secondo me è una caratteristica della nostra epoca, e quindi entra a far parte di una moda, e come tutte le mode, se uno non ne viene reso schiavo prima o poi viene abbandonata....molti dei blog che io ho visitato, dopo un primo periodo più o meno lungo venivano abbandonati.
Un saluto e magari ci risentiamo

xtravaned ha detto...

Ciao, figurati, è un piacere commentare. Comunque questo post voleva dimostrare quanto sia facile dire determinate cose dietro la maschera del web. Sarebbe come parlare con l'anima, senza timore del proprio aspetto esterno, insomma, senza limiti. La cosa brutta è che ci sono persone che utilizzano la rete per aver modo di essere cio' che non sono. In fin dei conti quello che penso è che non bisogna mai dimenticarsi della realtà che a causa del web diventa sempre piu' opaca. Bisogna sempre ricordarsi che siamo figli della terra e fa sempre bene andare a fare una passeggiata nel verde dimenticando la vita virtuale..

Donnachenina BLOG ha detto...

Senti,
mi sovviene che ero venuta qui per la colonna sonora che mi hai segnalato sul commento, ma non ho capito dov'è
Ciao
scusa se pecco di imbranataggine, ma su certe cose non riesco proprio a fare degli sforzi
ciao

xtravaned ha detto...

:) figurati.. Nessun problema. Io faccio il tecnico informatico, la maggior parte dei miei clienti hanno la tua età e devo ammettere che sei molto più avanti, quindi non preoccuparti per "l'imbranatura". Comunque, per la colonna sonora, puoi trovare il post copiando questo link nella barra degli indirizzi (l'ho messo pure nel tuo blog)

questo è il link:

http://xtravaned.blogspot.com/2008/03/fantasia.html

In caso avessi problemi scrivi "Fantasia" (il post si chiama fantasia) nella finestra verde in alto a destra del blog, dove c'è scritto search.

Qualunque problema avessi col computer puoi contare sul mio aiuto, non mi crea nessun problema, anzi, mi fa piacere aiutare le persone in questo genere di cose. Ciao a presto..

giochi roulette ha detto...

La cosa brutta è che ci sono persone che utilizzano la rete per aver modo di essere cio' che non sono.

AL CINEMA

QUESTO BLOG NON E' UNA TESTATA GIORNALISTICA E NON HA SCOPO DI LUCRO, MA RIVESTE CARATTERE PURAMENTE AMATORIALE, AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7 MARZO 2001.
SE QUALCUNO DOVESSE RICONOSCERE COME PROPRIO DEL MATERIALE FOTOGRAFICO QUI PUBBLICATO, NE DIA I QUALI PROVVEDERANNO IMMEDIATAMENTE A RIMUOVERLO.